All posts in Daily

Cuore e Alimentazione

al via una rubrica mensile importante e utile.

grazie al Dottor Sgura, cardiologo di altissimo profilo e persona stimata, amico vero, che curera’ un appuntamento fisso fatto di consigli e informazioni importanti per la nostra salute.

una lettura utile e preziosa per conoscersi meglio, per stare bene e prendersi cura di se stessi.


di Fabio Sgura

“Il cibo che mangi può essere o la più sana e potente forma di medicina o la più lenta forma di veleno”
(Ann Wigmore)

Le malattie cardiovascolari costituiscono un gruppo molto ampio ed eterogeneo di patologie e sono la principale causa di mortalità nei Paesi sviluppati. In particolare la cardiopatia ischemica è la prima causa di morte in Italia.

Alla base di tale patologie vi è un processo, noto come aterosclerosi a livello delle arterie, che porta ad un progressivo indurimento della parete dei vasi sanguigni e alla formazione di placche aterosclerotiche.
Più fattori di rischio contribuiscono all’ insorgenza e allo sviluppo di tale processo. Tali fattori possono essere distinti in fattori di rischio modificabili e non modificabili. Tra i fattori non modificabili abbiamo l’età, la familiarità per patologie cardiovascolari, il sesso maschile (le donne presentano un rischio di malattie cardiovascolari minore e differito di circa 10 anni rispetto agli uomini per il ruolo protettivo svolto dagli estrogeni). Read more…

BassoProfilo!

nel momento meno opportuno e tra l’imbarazzo generale (?) potrebbero ordinarvi di servire questo a quello.

non esitate.

scattare! quindi scattate.

e’ la regola numero uno!

servire e’ un esercizio maledettamente difficile, che vi permettera’ di salire un gradino dopo l’altro. l’errore fatale lo commette chi si perde tra certi privilegi: un pericolo costante, che puo’ innescare un conto alla rovescia inarrestabile. Read more…

lodi, lodi, lodi per Cracco!

Carlo Cracco, in merito all’apertura del nuovo spazio in Galleria, come riportato da IG dichiara: «Alex Bartoli è il mio primo acquisto, con lui rivoluzionerò la sala».

ci sono voluti 5 anni, ma la sana retorica per portare sul tavolo l’annosa questione dell’emergenza Sala&Cantina sta portando i suoi frutti.

spendere fiumi di parole era utile e necessario: ne e’ valsa la pena.

il messaggio e’ arrivato. Read more…

EmergenzaSala&Cortesia

ero in viaggio, dopo due giorni lontano da casa.
in una delle stazioni ferroviarie di Roma c’e’ un market-bar dove fanno cose buone, ci vado tutte le volte che transito da quella stazione.

stamattina entro, scelgo, mangio, bevo un caffe’ e volo alla cassa per pagare.

alle 10:00 non erano in grado di darmi il resto da 20 euro, il conto era 3.50 euro, e io rifiuto il resto in pezzi da 50 centesimi e 1 euro. allora provo a pagare con due bancomat diversi ma non e’ possibile, il pos non funziona. Read more…

CerteQualita’!

una qualita’ degli italiani e’ quella di volare in soccorso dei vincitori!

EnnioFlaiano

Sala&Cucina

Sala e Cucina sono parte di un corpo unico che si muove nella direzione di un Ospite da servire con precisione e leggerezza. Un Servizio autoreferenziale e macchinoso, invece, rischia di stancare e indisporre un cliente che è diverso rispetto a chi frequentava i ristoranti vent’anni fa; negli anni ‘90 le brigate di Sala e Cucina erano inquadrate e rigide, volte ad un pubblico molto formale e sempre attento all’etichetta. Oggi abbiamo spolverato e alleggerito un servizio che in Cucina e in Sala continua ad essere preciso e puntuale ma che si è liberato del fardello pesante del passato. Merito anche di un pubblico nuovo, aperto e disponibile. Read more…

AdessoStoMoltoMeglio!

perdiamo troppo tempo lamentandoci per quello che non abbiamo: ci perdiamo con lo sguardo rivolto al passato, perche’ molto spesso la nostalgia e’ il nostro miglior nemico.

vivo bene il mio tempo: cerco di sopravvalutarmi il meno possibile, sono permaloso, non sono modesto e cerco di ridimensionare costantemente questo terribile difetto con cui convivo benissimo come tutti del resto.

desidero sempre e da sempre qualcosa o qualcuno: e’ la chiave con cui ho aperto la porta piu’ importante per partire col terrore di dover tornare indietro. la cultura del lamento mi ha spaventato e per fortuna mi ha dato la forza per cercare altrove. Read more…

LeggeteQua!

dottor Roberto Burioni

Questa è una notizia davvero inquietante. Una bambina è morta di malaria. Il motivo per cui la notizia ci deve preoccupare molto è dovuta al fatto che questa piccola sfortunata non si è mossa dall’Italia. Per cui ha contratto la malattia nel nostro paese, cosa che negli ultimi anni non è mai avvenuta.
La malaria viene trasmessa con efficienza da particolari zanzare che prima pungono un malato e pungendo poi un individuo sano gli traasmettono la grave malattia. Ebbene, per quanto ne sappiamo queste zanzare in Italia non dovrebbero esserci in numero sufficiente a trasmettere la malattia, considerato il basso numero di casi di malaria. Come possiamo spiegare allora questa morte? Come è stata contagiata la bambina? Escludendo l’eventualità di una trasfusione contaminata (evento estremamente improbabile), la piccola potrebbe essere stata punta da una zanzara arrivata con un aereo proveniente da paesi a rischio oppure – ed è questa la cosa che ci deve preoccupare – le zanzare in grado di trasmettere la malattia con efficienza sono tornate ad essere in numero sufficiente per trasmettere la malattia nel nostro paese e noi non lo sappiamo ancora. Questo sarebbe davvero un guaio terribile, ed è indispensabile che gli studiosi di zanzare (gli entomologi) si mettano subito al lavoro per escludere questa possibilità.
Il tragico fatto deve ricordarci tre cose. Read more…

PoveriNoi!

siamo un Paese strano!

Ventura coperto di insulti e di merda per una partita persa malamente.

resto parte di una minoranza che preferisce stare coi perdenti: in inghilterra si retrocede tra gli applausi.

siamo l’Italia degli allenatori della nazionale, degli ingegneri, dei ministri dell’economia e dei critici gastronomici.

meglio straperdere con 4 attaccanti, al Bernabeau o nella vita…

evviva l’Italia!

capolavoro!

un video straordinario, e uno spunto di riflessione, che mi ha fatto meditare su un certo abuso e della dipendenza dai socials.

dovremmo tutti ridimensionare le dosi e ripensare l’utilizzo dei socials.

del resto, e’ sempre piu’ difficile navigare con la speranza di abbracciare solo buona energia: purtroppo gli input che lanciamo (io non sono escluso) sono sempre piu’ negativi e dimostrano un malessere diffuso…

che non sia arrivato il momento di sparire dai socials?

il vero successo e’ ritrovare equilibrio al di fuori dalle comunita’ virtuali?

guardate questo video e dite la vostra…


serve il vostro aiuto!

per favore condividete!

di Cristiana Tiberio

“Il nostro Paese e l’Abruzzo hanno bisogno immediato di mezzi di soccorso antincendio.

Da soli non ce la facciamo, tutti fanno il possibile ma i mezzi a nostra disposizione sono troppo limitati, c’è bisogno di aiuto, le nostre istituzioni devono chiedere sostegno a chi ha mezzi aerei con portata d’acqua e strumentazioni adeguate per fronteggiare questo evento di portata ciclopica. Read more…

Sala!

E’ necessario ripensare l’organizzazione e l’impostazione della Sala che oggi di sovente sono legate ad un impianto severo e obsoleto. Bisogna smontare lo stereotipo del commis, dello chef de rang, o del secondo maitre, e lavorare per mettere tutti sullo stesso piano.Col tempo noteremo che il Servizio diventerà più leggero, più armonico, più giusto e più appassionato.

Perché un runner deve lavorare con lo sguardo rivolto per terra col terrore di far cadere questo o quello ed essere punito inutilmente? E perché qualcun altro ha il diritto di umiliare un giovane addetto? Questa idea vecchia e sbagliata tiene ferma al palo una Sala che ha bisogno di sorridere e di lavorare senza paure; al contrario, bisogna far crescere il livello di concentrazione, e di conseguenza aumenterà l’autostima da parte di tutti, che devono rispettare i capo-servizio, e possono vivere la quotidianità in maniera consapevole e partecipativa. Read more…

SaperPerdere!

“chi vince festeggia, chi perde spiega!”

Julio Velasco

CV in sintesi: nel mondo della Pallavolo ha vinto tutto.

ribadisco, perche’ da quello che aleggia pare ci sia un po’ di confusione a riguardo e il clima continua essere incomprensibilmente di odio e livore: per imparare a vincere, nella vita e nello sport, bisogna saper perdere…

QuelliCheBenpensano

il capolavoro di Frankie H-Nrg compie vent’anni: buon compleanno leggenda!

Sono intorno a noi, in mezzo a noi, in molti casi siamo noi

A far promesse senza mantenerle mai se non per calcolo

Il fine è solo l’utile, il mezzo ogni possibile

La posta in gioco è massima, l’imperativo è vincere

E non far partecipare nessun altro

Nella logica del gioco la sola regola è esser scaltro Read more…

PernacchieAGoGo!

vince tutto chi a qualche giorno dal concertone di Vasco aveva scritto post irricevibili, che a distanza di mesi cancella e nasconde la mano dopo aver tirato con cattiveria gratuita la pietra.

nell’Italia in cui spopola la cultura del lamento, certi figuri per fortuna cozzano puntualmente contro un piccolo esercito di inguaribili ottimisti che non mollano mai…

pernacchie a go go!

Load More