img_7585.jpg

abbinamenti

per riscrivere la nuova Sala&Cantina e’ necessario avere cultura, coraggio e curiosita’.

e’ indispensabile conoscere i fondamentali, andare in profondita’ e mettere in discussione con coscienza e conoscienza certe regole che talvolta ci tengono fermi al palo e non ci permettono di modernizzare e riabilitarci.

su tutto l’abbinamento dei vini e la scelta del bicchiere giusto per una cucina profondamente diversa rispetto al passato: uno dei piatti piu’ interessanti del nuovo Menu’ Sensazioni e’ “dispensa”, fatto da un brodo di testina di maiale, aglio nero, acqua di yogurt, erbe aromatiche, la testina stessa che viene cotta sottovuoto, e le lettere di pasta Felicetti che ricompongono il nome Osteria Francescana. Read more…

img_7567.jpg

Leggenda

“Un grande giocatore vede autostrade dove altri vedono solo sentieri” Vujadin Boškov

img_7551.jpeg

RossiPaolo

“sono stato di Sinistra.

lo sarei tutt’oggi se sapessi dove mettermi…”

PaoloRossi

img_7521.jpeg

Juve-Napoli

sara’ una settimana maledettamente lunga e appassionata.

come d’abitudine i giornali nazionali in prestito al Pallone si sprecheranno in ipotesi, azzardi, bufale e invenzioni, interviste e dichiarazioni, provocazioni e formazioni.

siamo a 6 giorni dallo scontro diretto che decidera’ le sorti del campionato e aumentera’ la forza, l’ego e la fiducia di chi vincera’.

si cominciano a intravedere pericolosi segnali di intolleranza da insospettabili che sui socials iniziano una campagna verbale violenta e inutile.

il Napoli e’ condannato a vincere e quest’anno ci sono le condizioni, non e’ mai stata una squadra cosi solida e sicura, motivata e credibile.

la Juve ha ripreso a vestire la maglia da vera Juventus: cinica, insuperabile o quasi in difesa, tatticamente ben messa in campo ad ogni partita.

su tutto due protagonisti, Allegri e Sarri.
Read more…

img_7530.jpeg

DmitrijMendeleevDAY

Dmitrij Mendeleev day!

Nacque 182 anni fa e l’invenzione che porta il suo nome viene studiata nelle scuole di tutto il mondo.

Dmitrij Mendeleev è stato un importantissimo chimico russo, nacque l’8 febbraio di 182 anni fa – nel 1834 – a Tobol’sk, storica capitale della Siberia occidentale, in Russia. Mendeleev è noto soprattutto per avere inventato la tavola periodica degli elementi: un sistema di classificazione degli elementi in base al loro peso atomico relativo, quello cioè misurato relativamente al peso atomico del carbonio, che viene considerato convenzionalmente l’unità di misura. Per celebrare l’anniversario della sua nascita Google ha pubblicato oggi un doodle con un disegno di Mendeleev che tiene in mano uno degli elementi. Dmitrij Mendeleev morì a San Pietroburgo, in Russia, il 2 febbraio 1907.

Dmitrij Mendeleev è stato un importantissimo chimico russo, nacque l’8 febbraio di 182 anni fa – nel 1834 – a Tobol’sk, storica capitale della Siberia occidentale, in Russia. Mendeleev è noto soprattutto per avere inventato la tavola periodica degli elementi: un sistema di classificazione degli elementi in base al loro peso atomico relativo, quello cioè misurato relativamente al peso atomico del carbonio, che viene considerato convenzionalmente l’unità di misura. Per celebrare l’anniversario della sua nascita Google ha pubblicato oggi un doodle con un disegno di Mendeleev che tiene in mano uno degli elementi. Dmitrij Mendeleev morì a San Pietroburgo, in Russia, il 2 febbraio 1907. Read more…

img_7513.jpeg

SiSalviChiPuo’!

Verdini il voltagabbana, Scilipoti l’ignorante, Gasparri il fascista stolto, Salvini il peggior populista (straordinaria la performance che ha esibito in tribuna d’onore durante il derby col gesto dell’ombrello).

il segretario della lega nord si supera quando sproloquia sugli immigrati e si spertica con la retorica solita e ripetuta contro tutti a prescindere.

Salvini non ricorda o non sa’ che noi italiani poco piu’ di cento anni fa abbiamo raggiunto a milioni altri Paesi, per le stesse ragioni per cui oggi gli altri vengono da noi. Read more…

img_7488.jpeg

pasta: al dente o ben cotta?

l’annosa questione rischia di diventare affare di Stato.

serve il vostro parere: la pasta vi piace al dente, morbida o ben cotta?

io amo la pasta morbida, ammetto di non apprezzare la pasta al dente, la trovo dura e poco piacevole.

e voi? Read more…

img_7457.jpeg

Addio a GiacomoTachis

sono cresciuto professionalmente negli anni ’90, e se faccio questo mestiere il merito e’ anche di Giacomo Tachis.

buon viaggio!

img_7415.jpeg

SalaSalaSala

“La gente pensa che l’accoglienza sia una cravatta , una spuma o una luce soffusa …. L’accoglienza è’ scienza, pazienza ed effervescenza.”AlessandroPipero

img_7395.jpeg

OnlyTheBrave!

“la finta umilta’ e’ la maschera dell’ego!”

img_6096-1.jpeg

Sala e Cucina!

il grande Ristorante oggi e’ quel luogo che mette sullo stesso piano Sala e Cucina.

e’ finita la stagione dei Cuochi che brillano di luce propria, perche’ il successo e i conti in ordine di un Ristorante passano per la testa, le mani e il cuore della Sala.

i grandi piatti di scuola e concezione italiana moderna saranno penalizzati da una Cantina ottusa o autoreferenziale, o saranno completati da un Sommelier capace, colto e appassionato.

quindi, per chiudere il cerchio sulla cucina italiana contemporanea e’ necessario investire tempo e risorse su sala e cantina.

img_7253-1.jpeg

Al Mercato

entri ed hai immediatamente la percezione di essere in un posto diverso, in uno di quei luoghi del cuore che restano quando le mode passano.

i punti cardinali sono la passione, un piccione da manuale e una Sala fatta col cuore…

metti un pranzo a Milano in un sequel cinematografico degno dei fratelli Cohen: tatuaggi, tempi lunghi e cose buone, un foie gras formidabile, il vino rosso italiano di rango che ti scalda il cuore, Gironi in doppio petto che parla, racconta e dice, fa’, sposta e riporta, con un’entusiasmo contagioso e coinvolgente.

Milano oggi passa anche per un’idea diversa di Ristorazione, un format che rompe col passato fatto con coraggio e col cuore da chi guarda al futuro piu’ che ai tempi che furono.

Eugenio Ronconi: sguardo forte e figura imponente, mano leggera e tratto fine, una Cucina solida, vera e golosa.

Al Mercato e’ la conferma che in Italia e’ finita la stagione delle invidie e delle divisioni, ed e’ vero che Sala e Cucina sono finalmente una cosa sola, pronti a fare del proprio meglio per gli Altri.

non vedo l’ora di tornare!

Al Mercato Via Sant’Eufemia, 16, 20122 Milano Read more…

img_7311.jpeg

ci siamo: torna LINO!

finalmente venerdi torna LINO!

vi aspettiamo tutti i week end nel nostro piccolo spazio adiacente a Panino in cui prende forma LINO la Casa del Tortellino!

torniamo con nuove energie e con un nuovo menu’, pronti a ripartire per un viaggio appassionato tra le pagine della cucina domestica della nostra regione.

per info e prenotazioni 0598754382 Read more…

img_7300-1.jpeg

il Fornaio tutto cuore!

di Daniele Marziali

tra il 1946 ed il 1965… (19 anni), gli ambienti dei collegi o dei brefotrofi erano poco diversi da quelli di Gianburrasca! 19 anni sono gli anni che mia mamma ha vissuto lì dentro, ossia… lì dentro c’è nata ed è uscita quando si è sposata! Io me lo ricordo tutto quel brefotrofio femminile… per almeno 3 o 4 anni mia mamma ha ancora frequentato le sue compagne ed io piccolissimo ero con lei! Read more…

img_7236-1.jpeg

SeCosiFosse!

Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli.
È la vocazione naturale che li spinge;

non soltanto la sete di denaro.
Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno.
Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente con altri impieghi.

LuigiEinaudi

Load More