img_4690.jpg

Panino nel cuore

Panino e Lino in spendida forma.

sono sempre piu’ convinto che un gruppo unito, forte, appassionato, rispettoso e impegnato e’ l’unica via per trasformare un “locale” in un luogo del cuore.

siamo certi che se continueremo a crescere giorno dopo giorno senza perderci tra complimenti e autocelebrazioni riusciremo a fare grandi cose.

vedere Christian e Daniela, Stefanino e Antonio cosi contenti, stanchi ma felici, appassionati e curiosi mi riempie di orgoglio ogni giorno.

Panino e Lino pieni e forti di un’energia positiva che avvicina sempre piu’ gente: il problema non e’ farvi venire ma vedervi tornare.

sono stati due anni e mezzo pieni di emozioni, sorprese, scoperte e riflessioni: un progetto iniziato in tempi in sospetti dedicato all’Italia popolare e alla cucina domestica.

avanti tutta: le tasche sempre piene di sogni.

forzaPanino! Read more…

michelle

OnlyTheBrave!

pelle d’oca: e’ necessario continuare sulla via del cambiamento e delle grandi rivoluzioni.

fuck you donald…

img_5354.jpg

Osteria Francescana, ecco cosa significa lavorare nel miglior ristorante del mondo

di Barbara Giglioli

Il Fatto Quotidiano

Osteria Francescana, ecco cosa significa lavorare nel miglior ristorante del mondo

Il maitre e sommelier Giuseppe Palmieri da molti anni è al fianco di Massimo Bottura e ora, insieme a lui, ha alzato la medaglia d’oro dei The World’s 50 Best Restaurant

A poco più di un mese dalla proclamazione dell’Osteria Francescana come miglior ristorante al mondo, FQ Magazine ha intervistato Giuseppe Palmieri, maître, sommelier e braccio destro di Massimo Bottura. L’incontro tra i due avvenne 16 anni fa, alla Locanda Solarola nella campagna bolognese.

L’Osteria Francescana è il primo ristorante al mondo.

È difficile spiegare certe emozioni, provo una sensazione di pace e tranquillità. In questi anni abbiamo lavorato senza mai risparmiarci. I grandi traguardi portano responsabilità di alto profilo. Appena superata l’eccitazione della prima ora eravamo tutti pronti a ripartire con lo stesso entusiasmo. Read more…

img_5901.jpg

Gonzalooooooooo!!!

un giorno all’improvviso (ma non troppo) la notizia bomba: Gonzalo Higuain e’ ufficialmente il nuovo centravanti della Juventus.

sololajuve

img_5544.jpg

Sala&Cantina

Noi donne e uomini di Sala dovremo fare attenzione ed evitare la spettacolarizzazione del ruolo.

e’ importante ricordare che viviamo tra i Tavoli di un Ristorante, che di fatto e’ un palcoscenico a cui e’ impossibile sottrarsi, ed e’ necessario utilizzare un linguaggio corretto ed equilibrato.

serve un vocabolario semplice e leggibile, comprensibile e mai edulcorato.

chi scrive e racconta la quotidianita’ del nostro mestiere deve fare attenzione e rinunciare ad un approccio autoreferenziale.

dobbiamo continuare con maniacalita’ a parlare di Sala, perche’ l’emergenza non diventi una debacle, che in futuro penalizzi i grandi Chef italiani e le nostre cucine che da tempo scoppiano di talento. Read more…

img_1399.jpg

avanti tutta!

in un Paese in cui tutti strillano dai balconi, nei portoni, alle fontane, nel corso, negli uffici, da casa e in strada, allo stadio e in pizzeria, in stazione o in spiaggia, vince chi sta in bottega o dietro una cattedra, e giorno dopo giorno lavora, suda, piange e fotte, mastica amaro, e versa amore e cultura in ogni singolo gesto, tutti i giorni.

possiamo dircene e darcele di santa ragione, ma alla fine quel benedetto e maledetto campanilismo (o provincialismo che dir si voglia) e’ humus che fa rinascere tutte le mattine questo Paese, che si parli di Higuain o si brevettino micro-strumenti per la chirurgia della mano.

siamo un popolo di brontoloni e di sognatori, e nonostante tutto riusciamo in imprese che gli altri guardano con ammirazione e un briciolo di invidia.

ben fatto e’ meglio di ben detto…

evviva l’Italia!

img_5632.jpg

RIP

oggi Modena piange e perde un pezzo importante di questa citta’, perche’ la statura di certi Signori e’ il riflesso dell’eleganza, dello stile, della misura e della sobrieta’ che li ha distinti per tutta la vita.

addio Giorgio.

img_5027.jpg

oggi torna LINO!

tutti i venerdi torna LINO la Casa del Tortellino, ma ci sono delle novita’!
ecco il nuovo Menu’!
Le nostre tigelle con la selezione di salumi, sottoli e formaggi 14 euro
Uova al tegamino al burro, 4 formaggi, pepe nero e prosciutto cotto al forno in abbinamento pane tostato 12 euro
Primi piatti 13 euro
Tortellini alla superpanna
Pasta alla Norma di Mr. Asmara :rigatoni Monograno Felicetti, salsa di pomodoro, melanzane fritte, pecorino
Insalata di pasta omaggio a Sid: pesto ligure fresco, bufalina affumicata Barlotti, polvere di capperi e Parmigiano Reggiano
Dolce 5 euro
tOROmisù

il tiramisù con gli ORO Saiwa

il coperto e l’acqua minerale Plose da noi NON si pagano.
vi aspettiamo in rua freda 21!
LINO: fatti, mica pugnette. Read more…

img_5624.jpg

non fare il bastardo!

“non c’e’ peccato piu’ vergognoso dell’ingannare chi crede in te!”

img_5601.jpg

sololajuve

negli ultimi anni la juve ha fatto uno sforzo enorme per raggiungere il traguardo piu’ prestigioso: diventare un Club di statura e credibilita’ internazionali.

tralasciando i successi sul campo, e’ importante sottolineare il modus operandi di una societa’ che ha gestito partenze eccellenti ed arrivi prestigiosi.

l’anno scorso, per fare un esempio, la juventus ha salutato con gratitudine, riconoscenza e sobrieta’ l’addio di tre fuoriclasse che hanno scritto la storia recente: Andrea Pirlo, Carlitos Tevez e Arturo Vidal.

a riguardo zero polemica, e’ nella natura dei rapporti contrattuali concludere una storia, perche’ la breve carriera di qualsiasi calciatore (tranne rari casi) e’ fatta da un percorso professionale e personale che li vede cambiare casacca secondo meriti, affari, convenienze e ambizioni.

ci prepariamo a salutare un altro grandissimo campione, perche’ Paul Pogba probabilmente lascera’ Torino per iniziare un nuovo percorso.

a differenza della vita reale, nel calcio l’unica cosa che conta e’ vincere: chi afferma il contrario non conoscere il sapore della vittoria…

sololajuve

img_5576.jpg

OnlyTheBrave!

«La stupidità può vincere una battaglia, non la guerra: la natura umana è ricerca della libertà. Chi governa può ritardare la libertà, ma non fermarla».
Ai WeiWei

img_5535.jpg

c’e’ sempre piu’ futuro!

da giugno a fine agosto si crea una bolla in cui fluttuano stanchezze, preoccupazioni, sciocchezze, paure e un sacco di bla bla bla!

tutti coinvolti e tanti i responsabili, io sono il primo: nessuno escluso.

questo caldo non ci fa bene: c’e’ nell’aria e sui Socials grande tensione, energia negativa e tanto malcontento.

eppure dovremmo dirci fortunati se per un attimo ci fermassimo a pensare e riflettere sui privilegi e i tanti lussi che la vita ci riserva, nonostante le difficolta’ dei tempi moderni e odierni.

eppure continuiamo a sprofondare in una crisi morale e culturale senza recenti precedenti: il malcontento generale di chi brontola e contesta tutto e tutti.

conto fino a 10 e aspetto che torni il fresco, il freddo e quindi il sereno…

vivo bene il mio tempo e sono soddisfatto dei traguardi, in verita’ mi appassionano piu’ gli obiettivi e le ripartenze. Read more…

Schermata 2016-07-18 alle 23.42.23

MemoriaCorta

quando leggo certi commenti razzisti e ascolto le parole di chi punta il dito contro chi lascia la propria casa natia e parte come ho fatto io a suo tempo, mi vengono in mente due cose:

la prima e’ questo video, e la seconda e’ una foto che mi mando’ una persona cara, che posto in calce.

e’ chiaro a tutti e in primis a me stesso che un Paese in grave crisi di identita’ mal sopporta e non sa gestire un flusso straordinario di migranti disperati.

chi come me un giorno ha deciso di lasciare casa e famiglia ed e’ partito per rifarsi una vita migliore altrove o per scappare da situazioni al limite, ha sbattuto il muso contro una certa cattiveria fatta di sguardi taglienti e memoria corta, ignoranza e populismo.

e’ facile salire sul pulpito e moralizzare sulla base di stupide ovvieta’ strappa-voti: basta un pizzico di egocentrismo e un approccio autoreferenziale, le solite storielle dei diversi che ci rubano pane e lavoro, 50 battute di troppo sui socials o sui giornali ed il danno e’ fatto.

in questa foto e in questo video c’e’ tanto su cui riflettere: fiumi di parole e frasi di circostanza si sprecano, basta fare un passo indietro e riflettere… Read more…

img_5500.jpg

OnlyTheBrave!

“Sono tutti ladri, in qualunque modo li promuoviamo. Meglio che vadano avanti restituendo allo stato un po’ di refurtiva.”
IndroMontanelli

img_5439.jpg

OnceUponATime…

fonte: le fotografie che hanno fatto la storia

New Orleans, 1960. La bimba afroamericana di 6 anni Ruby Bridges va al suo primo giorno di scuola, ma non è accompagnata in classe dalla mamma o dal papà, ma da quattro poliziotti armati. Il percorso da casa alla scuola lo ha fatto tra due ali di folla, passando in mezzo a persone che le urlavano addosso e tentavano di colpirla. Quando è entrata in aula era l’unica presente, gli altri alunni erano stati ritirati dai genitori e gli insegnanti si sono rifiutati di fare lezione. Tutti tranne una che ha continuato ad insegnare ed è stata la sua unica maestra. Per un anno, la piccola, si è dovuta portare il cibo da casa evitando tentativi di avvelenamento. La sua famiglia ha subito ritorsioni: il padre è stato licenziato, alla madre è stato proibito fare la spesa nel negozio di alimentari vicino casa e i nonni sono stati espropriati dalla terra che coltivavano come mezzadri. Ruby Bridges era la prima nera ad entrare in una scuola fino ad allora riservata ai bianchi. Grazie a Edoardo Pivoni per foto e didascalia!

Load More