img_5119.jpg

BeataUrgenza

mi chiedono se, quando scrivo, leggo e poi leggo ancora, rileggo, correggo, metto in bozza, rifletto, riguardo e correggo, ricorreggo, e rileggo.

no, questo non e’ scrivere.

chi scrive per davvero scrive per se stesso, e quindi per tutti quelli con cui condivide pathos (dolore) e buona energia.

l’urgenza di un gesto, mossa dalle emozioni, dalla passione e da certe intuizioni.

chi scrive vomita tutto quello che ha dentro, rilegge e riguarda, ed e’ in pace con se stesso. fine. gli errori, gli strafalcioni, le ripetizioni, sono colore e segnali di vita, perche’ e’ tutto vero.

gli altri sono degli inattaccabili cronisti colti e irrepresinbili, costantemente  a caccia di consenso e 15 minuti di interminabili di applausi.

img_4055.jpg

TantiAuguriAMe!

non mi posso fermare, e non mi voglio sedere per guardarmi alle spalle.

la cosa piu’ cara e importante che vorrei comprare o vorrei in regalo e’ del tempo, perche’ non c’e’ niente di piu’ prezioso.

ma, vivo bene il mio tempo, e cerco sempre di ricucire i miei strappi e trovare un po’ di pace.

so’ di essere condannato ad una certa inquietudine. e’ il frutto dei sacrosanti dubbi che dalla prima ora mi travolgono e mi permettono di continuare a vivere la vita che ho scelto di vivere come un sogno.

42, dannatamente unici e irripitebili, quindi non c’e’ tempo per la nostalgia e le  celebrazioni.

domani sara’ un altro giorno normale da vivere in maniera speciale.

il mio lavoro, la mia famiglia, la mia musica, le mie passioni e lo sguardo sempre rivolto al futuro.

non darei neanche un soldo per tornare indietro, perche’ nel mio futuro c’e’ solo futuro.

tanti auguri a me!

bello volersi bene, e dire grazie per ogni conquista e per tutte le pagine ancora da scrivere.

img_7059.jpg

CamerieriAiFornelli!

il mio amico Arcangelo Dandini mi ha regalato un guanciale.

e’ chiaro che mi aspettava un pezzo da concorso ma oggi quando l’ho aperto sono rimasto senza parole: sembrava foie gras.

carni brillanti, compatte e sode, grassi lucidi e succulenti, mai visto niente del genere.

ho deciso di fare una linguina con quel poco che c’era in frigo, ma era piu’ che sufficiente dato il valore assoluto del guanciale.

di istinto mi sono preparato per fare il guanciale croccante, poi mi sono detto: perche’ devo abbrustolire oltre modo questa meraviglia?

al tatto era incredibile: vellutato e tenace ma carezzevole, delicatamente profumato e soave.

a differenza degli altri guanciali che sono sempre potenti e piccanti, pepati e tenaci, questo era un capolavoro di equilibrio e misura.

allora ne ho tagliate tre fette, l’ho rifilato e messo in una pentola di ceramica con un po’ di sedano.

guanciale a destra e sedano a sinistra su cui ho versato un goccio di olio in modo che solo la verdura avesse un po’ di materia grassa con cui appassire.

due teste di aglio rosso francese in camicia e via, per venti minuti a fiamma bassissima.

il risultato e’ stato una base morbida e dolce, la carne del guanciale e’ rimasta integra seppur cotta a puntino: niente bruciature e cauterizzazioni, che a mio avviso avrebbero modificato certe caratteristiche del salume penalizzandolo.

ho cotto la linguina, e l’ho finita in padella con acqua di cottura, olio e un mix di parmigiano e pecorino.

l’ho tenuta morbida senza esagerare con la cottura in padella per evitare che la pasta si caricasse di troppo amido: la pasta era lucida, umida e legata.

talvolta e’ necessario avere una sensibilita’ tale per superare certi stereotipi e quelle regole che penalizzano prodotti unici della tradizione, che va ripensata.

amo cucinare, faccio mille sbagli, perche’ sono un autodidatta e un cameriere, ma talvolta mi perdo piacevolmente tra il piacere di certe scelte che inducono a risultati sorprendenti.

da grande voglio fare il cuoco!

grazie Arcangelo, tvb. Read more…

img_3072-2.jpg

andare in profondita’!

“un vero artista soffre sempre il doppio!”

AM

img_7096.jpg

fanculo Kurt!

ne abbiamo passate di mattinate, pomeriggi, serate e nottate insieme.

i piu’ giovani sono sempre potenti, irrequieti, felici e contenti, innamorati e delusi, ribelli e straordinariamente contrari, rispettosi ma irriverenti.

e tu hai suonato la musica che ha segnato una generazione e quegli anni, fatti di capelli lunghi, una sigaretta in quattro, due in motorino a prescindere, e zero voglia di andare a letto.

maledetto te e la tua musica benedetta, ci manchi da morire.

fanculo Kurt!

img_6078-3.jpg

SFIDE

manca meno di un mese a SFIDE: chi vincera’?
quale delle due squadre servira’ il suppli’ numero uno?

vi aspettiamo tutti a Modena in rua freda 21 domenica 19 marzo alle ore 12:00 da Panino.

non e’ necessario prenotare, siete tutti invitati. Read more…

img_7043.jpg

StateAttenti!

di CeciliaStrada

Amici che protestate contro le palme e “l’africanizzazione di piazza Duomo”, non so come dirvelo ma sento di doverlo fare: anche il geranio è una pianta che viene dall’Africa. Se vi viene voglia di dar fuoco ai vasi sul vostro balcone, state almeno attenti a non bruciarvi la casa, neh.

img_6078-2.jpg

SFIDE: imperdibile!

il 19 marzo torna SFIDE!

Massimo Bottura formera’ una squadra composta da 5 elementi, perche’ ha accettato la sfida del suppli’.

io ho fatto la mia scelta, e faro’ gruppo con Pierluigi Roscioli, Arcangelo Dandini, Francesca e Marco di MAZZO.

la giuria sara’ presieduta da Enzo e Paolo Vizzari, e a breve sveleremo gli altri componenti della suprema Corte che decidera’ insidacabilmente il vincitore. Read more…

img_6998.jpg

addio!

brutte notizie, anzi pessime: e’ morto Silvano Samaroli, Maestro del bere forte e  firma leggendaria, presente sugli scaffali e nelle carte dei locali di tutto il mondo.

vi risparmio biografie superflue e vi invito a bere un buon bicchiere alla sua memoria.

addio!

img_6947.jpg

OnlyTheBrave!

siate sempre responsabili e consapevoli delle vostre scelte, testa alta e schiena dritta; e non permettete a nessuno di calpestare i vostri sogni.

abbiate la forza e il coraggio necessari per rinunciare a certi vantaggi, e godrete dei luoghi e delle persone che avete scelto per la vita.

e’ facile capire chi e’ la persona giusta e quale e’ il luogo del cuore, perche’ solo allora sarete in pace con voi stessi.

servono 5 giorni, 2 mesi o 10 minuti, e tutto passa, ma non basta una vita intera per godere delle difficolta’, dei dubbi e dei privilegi riservati a chi va sempre a 200 all’ora.

resta per sempre chi condivide ogni vostro istante: per vivere in maniera normale una vita speciale.

fate melina e leccatevi le ferite nei giorni difficili, perche’ prima o poi torna a splendere il sole.

la formula magica? basta essere degli inguaribili ottimisti, e tutta l’energia positiva di cui siete fatti e di cui avete bisogno vi circondera’ di cose e persone .

trova cio’ che ami e lascia che ti uccida…

 

Fantinati

Italia!

per alcuni l’Italia e’ un paese per vecchi.

per altri e’ in primis un posto straordinario, e in secondo luogo e’ il Paese dell’arte, del buon gusto, del bello, di chi ha poesia e voglia di guardare con coraggio quello che gli altri non riescono a vedere!

evviva l’Italia.

 

img_7505.jpg

SempreNuove!

“Spero che tu viva tutto al meglio.

Spero che tu possa vedere cose sorprendenti.

Spero che tu possa avere emozioni sempre nuove.

Spero che tu possa incontrare gente con punti di vista diversi.

Spero che tu possa essere orgoglioso della tua vita.

E se ti accorgi di non esserlo, spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero.” 

Il curioso caso di Benjamin Button

Dedka

DreamsComesTrue!

mai smettere di sognare!

thanks to Edeka

img_6946-2.jpg

LaScimmiaNudaBalla

leggete, con attenzione e curiosita’.

portare il cambiamento non e’ facile, perche’ noi italiani tolleriamo tutto tranne il cambiamento stesso e il successo altrui.

fonte ilSole24Ore

di Mario Fillioley
La canzone che ha vinto Sanremo, “Occidentali’s karma”, è piena di citazioni. Da Desmond Morris a Marilyn Monroe: è un distillato di riferimenti incomprensibile per i nostri tredicenni. Per fortuna la cultura pop ha cominciato a entrare nei libri di scuola. E allora mercoledì prossimo verifica su Fantozzi.

Ogni volta che ho una classe nuova, a settembre, faccio un test. Prendo cento nomi che secondo me conoscono tutti (Napoleone, Charlie Brown, Paul McCartney) e chiedo ai ragazzi di scriverci accanto la professione o la ragione per cui costoro sono, o sono stati, famosi. Niente, al massimo mi restituiscono fogli con metà delle soluzioni.
Sabato sera, a Sanremo, ha vinto una canzone con tante citazioni, io ho trovato queste: Immanuel Kant, William Shakespeare, Eraclito di Efeso, Karl Marx, Desmond Morris, Marilyn Monroe, Gene Kelly, Stanley Kubrick, forse anche Charles Darwin, e nel balletto ci poteva essere qualche mossa alla Cochi e Renato, di tutto. Read more…

img_3633-1.jpg

Sala: misura e sobrieta’!

vuoi diventare un grande Uomo di Sala o la migliore Donna di Cantina?

lascia la tua casa e parti.

viaggia, scegli e prova in primis quei posti che non ti convincono, perche’ cosi saprai subito quale e’ la direzione che non fa per te. Read more…

Load More