Sala&Cucina

l’obbiettivo e’ mettere insieme Sala e Cucina, distanti una volta, oggi sempre piu’ vicini e destinati a condividere il sogno che diventa realta’ se si fa gruppo:
condizione indispensabile per raggiungere grandi risultati.

Sala&Cantina continuano a essere trascurate.

e’ inaccettabile che non si comprenda l’importanza di quello che c’e’ fuori dalla Cucina.

nei bellissimi articoli sulla Cucina e sui Cuochi, nei TV Show, troppo spesso ci si dimentica o si trascura il 50 % dell’esperienza in un ristorante:
Sala & Cantina.

si corre il rischio che i ristoranti di domani conteranno cuochi sempre piu’ bravi e celebri, e un esercito di porta piatti e di fantasmi in Sala.

il tempo passa ed e’ singolare che si continui a trascurare la “voce” e il “cuore” di un grande Cuoco: noi di Sala.

ti guardi intorno e ti accorgi che ci sono Ristoranti in cui giovani cuochi, talentuosi e capaci, si ritrovano soli e in difficolta’, perche’ non hanno capito che un locale funziona se formi un gruppo compatto, se sai fare l’imprenditore e se hai l’intelligenza di far parlare i tuoi piatti con un messaggio sincero;
se costruisci il tuo pensiero e se con modestia ti presenti sul mercato con un’offerta corretta e credibile.

il protagonista indiscusso e’ un buon piatto, ma e’ necessario investire su chi con passione dara’ il massimo in sala.

un ristorante non funzionera’ se non si lavora per trovare quel fragile equilibrio che vede sullo stesso piano cuochi e camerieri.

dobbiamo guardare con un occhio diverso chi ci serve:
una sala che si rispetti e’ discreta ma presente, puntuale ma defilata, costante e celere;
attenta a cogliere tutti quei messaggi talvolta impercettibili che trasformano una cena qualsiasi in un’esperienza indimenticabile.

questo e’ un mestiere che si puo’ fare solo per passione:
il piacere di servire un ospite e godere della soddisfazione e delle emozioni di chi e’ a sedere.

requisito ulteriore, e’ avere voglia di dedicargli buona parte del proprio tempo;
capire che la differenza la fai sotto pressione, nei momenti di crisi, e in overbooking.

una serata storta (puo’ succedere) e’ la serata in cui fare la differenza:
abbiate il dono di rallentare senza smettere di correre.

testa, pancia e cuore:
siamo i conduttori dell’energia e delle idee dei nostri colleghi di Cucina e dei grandi Cuochi.

costruttivi e propositivi:
il bicchiere deve essere sempre mezzo pieno.

abbiate una parola giusta per chi e’ in difficolta’:
l’ultimo arrivato in brigata non va messo in un angolo e umiliato, ma va aiutato fino al punto in cui sia libero di “sbagliare” per diventare bravo domani.

ci siamo dimenticati della Sala&Cantina ma piano piano sta emergendo un dibattito proficuo e a tutto vantaggio della cucina italiana di domani.

e’ importante investire sulla Sala&Cantina, perche’ i ristoratori e gli chef patron di domani non si trovino di fronte ad una cucina piena di talento e una sala muta e incapace.

basso profilo e altissime prestzioni