Sala

la Sala gioca un ruolo fondamentale.

molto piu’ importante di quello che crediamo.

e’ la porta girevole che ti fa entrare in un luogo speciale in cui vivere un’esperienza indimenticabile, oppure ti trascina in una storia qualsiasi.

una Cucina piena di talento, di passione e di idee sara’ fortemente penalizzata da Camerieri annoiati e incapaci.

una Cucina in crisi puo’ essere appoggiata e aiutata da una Sala attenta, brillante e smaliziata.

ti trovi di fronte ad un tavolo e devi capire abbastanza velocemente quali sono le regole di ingaggio:

un bel sorriso serve ad auscultare chi hai di fronte per capire se c’e’ voglia di un dialogo, se e’ necessario allentare la tensione, oppure se e’ il caso di “partecipare” con massima discrezione.

in questo istante si decidono le sorti di un’esperienza a Tavola.

le tante aspettative che accompagnano il viaggio di quei gourmet che fanno chilometri per pranzare o cenare in un Ristorante dipendono da una Sala in grado di far decollare un’esperienza gastronomica.

e’ fondamentale toccare i tasti giusti, leggere rapidamente certi passaggi che al momento dell’ordinazione ben dispongono o irretiscono i veri protagonisti di un Ristorante: i Clienti.

e’ vietato dividerli in ospiti di serie A o B a seconda del macchinone con cui arrivano al Ristorante, ma e’ necessario farli accomodare secondo una precisa logica per permettere agli stessi di essere accanto a persone con cui stabilire un buon feeling.

siete mai stati da Pipero al Rex?

Alessandro e’ il protagonista di un nuovo modo di pensare e interpretare il Servizio.

ci sono poche e precise regole che distinguono un buon Ristorante da un Luogo mitico come Dal Pescatore in cui Antonio Santini governa e dirige come pochi al mondo.

per capire meglio il valore e l’importanza del Servizio, noi di Sala dovremmo frequentare con costanza i Ristoranti da Clienti:

serve ad appassionarci ancora di piu’ e a comprendere meglio certi passaggi con gli occhi di chi sta a sedere.

ecco perche’ e’ importante trasmettere calma e buona energia a chi arriva trafelato, eccitato o un po’ spaventato.

in poche parole, per chiudere il cerchio su una stagione importante che vede la cucina italiana al vertice, e’ urgente investire tempo e risorse nei confronti della Sala e Cantina in crisi di identita’.

se restituiremo tempo e risorse all’emergenza Sala, e affronteremo con grande serieta’ l’argomento evitando di scadere nel grottesco, allora ristabiliremo equilibrio e dialogo tra Cuochi e Camerieri, a vantaggio dei Cuochi veri protagonisti del palcoscenico.

basso profilo e altissime prestazioni.