FLAMBAR!

ho conosciuto Massimo Gibertoni tempo fa, quando era uno dei motori di quello che a Modena e’ stato il Bar/Locale/Ritrovo di riferimento: l’Embassy.
senza se e senza ma.
un’energia fuori dal comune.
l’Embassy e’ ormai Storia, e’ il passato.
Massimo ha frequentato la Scuola di Alma e ha fatto stage in locali importanti tra cui l’Osteria Francescana, ed e’ partito come un treno per un nuovo viaggio:
FLAMBAR!
a Castelfranco Emilia, provincia che piu’ provincia non si puo’:
il Luogo in cui si salvera’ il nostro Paese!

20131125-191543.jpg
era un po’ che piu’ di qualcuno mi sussurrava:
“sono stato al Flambar: super!
grande materia prima e la tecnica per farne un buon piatto”

allora io, come e’ giusto che faccia ogni gourmet degno di questo nome, alla prima occasione, vesto una bella giacca, e con al braccio la cosa piu’ preziosa che ho e cioe’ la mia Gabi, ieri sera mi sono regalato 2 ore ai tavoli di questo locale semplice, funzionale, ben organizzato e sorprendente!
mi ha sorpreso ritrovare grande energia, buonsenso, voglia di fare benissimo, PASSIONE e tanta ma tanta buona energia.
un locale pieno, anzi, affollato.

20131125-192100.jpg
assaggi subito grande voglia di fare e il coraggio di chi sa prendersi dei rischi e investe sulla qualita’ delle risorse umane e delle cose buone.
investe e rischia, in un momento in cui in troppi, credendo di risparmiare, disinvestono e quindi seppelliscono sogni e impresa.
qui no.
Massimo e’ li, corre e guarda quello che gli altri non riescono a vedere.
ti siedi e dopo pochissimo ti sbattono in faccia una mortadella straordinaria e due drink fatti come si deve (bere bene un miscelato e’ diventato difficile come ascoltare un vero pianista)

20131125-192621.jpg

20131125-192644.jpg
il tempo vola e diventa tutto sempre piu’ leggero.
facile.
semplice.
buono.
colpisce oggi incontrare un Gruppo affiatato di Amici e Colleghi appassionati e capaci.
non mi stanchero’ mai di ripeterlo:
la cosa piu’ difficile da fare resta quella piu’ semplice.
e allora io non ho dubbi, ordino cosi’:
uova di gallina livornese griffatissime, patate, fagiolini e rapa rossa

20131125-193122.jpg
c’e’ poco da dire ed e’ sempre importante evitare esagerazioni ma basta una parola:
perfetto!
perche’ non dirlo?
perche’ negarsi e negare il piacere di un apprezzamento entusiasta?

20131125-193341.jpg
il vitello tonnato, uno dei piatti piu’ abusati e maltrattati d’italia.
in questo caso e’ da apprezzare, perche’ fatto dei 3 ingredienti piu’ preziosi:
tecnica, materia prima e concetto

20131125-193445.jpg
finalmente un ottimo vitello, buona la salsa!
poi, uno spaghetto goloso e ben fatto:
il lusso della semplicita’!
lo spaghetto al caviale

20131125-193647.jpg
i complimenti vanno fatti a Stefano Prevosto.
ama quello che fa, si vede, si percepisce.

20131125-194043.jpg
un altro grande classico: l’Hamburger

20131125-194118.jpg

20131125-194147.jpg
non vedo l’ora di mangiarne un altro!

20131125-194220.jpg

20131125-194245.jpg

20131125-194256.jpg

20131125-194308.jpg
zuppa inglese, cheese cake e creme brulee

20131125-194346.jpg

20131125-194407.jpg

20131125-194418.jpg
un grande Posto, e’ quel locale in cui al momento del commiato tra te e te pensi:
“non vedo l’ora di tornare!”
l’italia e’ gia’ ripartita.
la voglia di fare tutti i giorni quello che ci piace, permette a Massimo e ai suoi Ragazzi di indicare la rotta e vivere con passione e maniacalita’ il mestiere piu’ bello del mondo!

20131125-194804.jpg

20131125-194827.jpg

20131125-194845.jpg
tutti per uno uno per tutti

20131125-194916.jpg
grande Massimo!
ti auguro il meglio.

20131125-194951.jpg