evviva l’Italia!


qualsiasi cosa scrivessi a riguardo avrebbe una deriva altamente populista.
continuo a pensare al dispiacere e al senso di frustrazione che vive quella ragazza.
l’umiliazione per un fatto del genere e’ paragonabile al dolore fisico di chi subisce un pugno nello stomaco, e io da emigrante ne so qualcosa.

evviva l’Italia!