a voi la scelta!

do un bacio a quella santa donna di mia moglie ed esco di casa:
sono le 19:30 e vado a comprare due dolcini.
mi e’ venuta voglia di mangiare qualcosa di dolce dopo 6 giorni di riso in brodo e pasta in bianco.

vado in un “posto” in cui sono sicuro di poter trovare quello che cerco.

entro e saluto, nessuno mi risponde.

ai tavolini i piu’ classici avventori della domenica , coppiette e famiglie sorridenti e felici.

al bancone non ci sono clienti, e’ il deserto.

io mi metto in un angolo di questo bancone e aspetto.

ci sono 3 addetti al Servizio.

una gironzola tra i tavoli, una fa capolino dal retro, e il terzo e’ dietro il banco.

tutti e tre mi hanno visto, e sanno che sono li.

per ingannare l’attesa (?) do un’occhiata a facebook.
poi alle mail.
sono passati 8 o 10 lunghi e noiosissimi minuti, durante i quali nessuno mi ha rivolto la parola.

giro i tacchi per andare via e mentre sto per uscire uno dei 3 ragazzi mi fa:
“hai bisogno?”

infilo la porta e vado a comprare un po’ di gelato.

investite tempo e risorse nel servizio, perche’ il successo del vostro locale, i conti in ordine dello stesso e la capacita’ di fidelizzare o di non perdere per sempre un cliente, dipende da quei “dipendenti” annoiati, incapaci, frustrati, stressati, insoddisfati, inadeguati, malpagati, incompresi addetti al Servizio stesso.

tra me, voi e una vetrina frigo contenente dei cannoli alla crema fatti piu’ o meno bene chi lo sa, ci puo’ essere un abbisso o ci puo’ essere un rapporto fatto di cortesia e rispetto.
a voi la scelta.