BassoProfilo!

nel momento meno opportuno e tra l’imbarazzo generale (?) potrebbero ordinarvi di servire questo a quello.

non esitate.

scattare! quindi scattate.

e’ la regola numero uno!

servire e’ un esercizio maledettamente difficile, che vi permettera’ di salire un gradino dopo l’altro. l’errore fatale lo commette chi si perde tra certi privilegi: un pericolo costante, che puo’ innescare un conto alla rovescia inarrestabile.

se siete partiti dal posto perfetto per fallire dovrete sbagliare il meno possibile: non sopravvalutatevi, siate pieni di dubbi e godete come sanno fare solo gli inguaribili ottimisti.

il tempo e’ tiranno, quindi godete della quotidianita’ del vostro mestiere a piu’ non posso.

il futuro e’ di chi sapra’ defilarsi, perche’ essere un punto di riferimento e fare opinione vuol dire rinunciare al palcoscenico e alle luci della ribalta. si comanda e si governa con rispetto e con amore.

camerieri non si nasce; Camerieri si diventa!

basso profilo e altissime prestazioni.

15 Comments

  1. Semplicemente Numero uno

  2. C’è ne fossero….. complimenti!!!

  3. complimenti da ny giuseppe

  4. Con tutto il rispetto,ma cosa sta dicendo? Il Cameriere dubbi non deve avere. Preparazione e gestione delle emozioni riducono la percentuale d’ errore ,che si è vero , è sempre in agguato . Ma i dubbi devono rimanere nell armadietto

    • Tutto giusto a livello teorico e nel dietro le quinte,ma in battaglia il dubbio è spesso fatale per un Cameriere. Poi dipende sempre da dove, come e con/per chi lavori.

    • Andrea Di Liello non e’ una follia quello che dici, ma e’ sempre meglio vivere di dubbi che affogare tra troppe certezze.
      sai perche? il 10% e’ talento, il 90 e’ duro lavoro.
      balotelli e’ una lezione per tutti…

    • Il confronto è sempre positivo ed è strumento di crescita, non vi è dubbio,ma è vero pure che siamo attori spesso senza copione e li in alto mare per non affogare,le certezze della professionalità e delle esperienze diventano più utili del dubbio. Non è per pura polemica ma spesso il dubbio in certi ambienti viene visto come incertezza e debolezza. Amo il mio lavoro e il 99% è duro lavoro comprensivo di buona educazione, buon senso per il bene comune e tanta umiltà che assegna il restante 1%. Sono un fan del calcio alle terga di Totti a Balottelli

    • *…che assegna il restante 1% al talento.

    • discutere cosi e’ molto costruttivo! 🙏

    • Totti colpì Balotelli alla gamba con un calcio fortissimo dato da dietro. Un gesto vergognoso, indegno di un grande campione di cui sono certo si sarà pentito

    • È vero quel che dice Roberto Bellomo non fu bello,ma,quel calcio, per come la vedo io,fu come uno schiaffo severo che un nonno o un padre di antica memoria,da al figlio arrogante e incosciente per rimetterlo al proprio posto. Anche i giocatori dell inter che erano in campo capirono il gesto e se non ricordo male qualcuno strinse addirittura la mano a Totti.

    • Andrea Di Liello sono d’accordo: a scopo terapeutico, e balotelli non ha comunque imparato la lezione visti i risultati

  5. Penso che con “siate pieni di dubbi” volesse intendere di non pensare di possedere la verità e quindi di essere umili; chiedere quando non si sa e porsi sempre domande a se stessi e ai colleghi se si sta agendo nel modo giusto! I dubbi generano domande, le domande esigono risposte ; le risposte creano arricchimento; di conseguenza miglioramento delle persone e del lavoro che si sta facendo!! Quindi avere dubbi è sinonimo spesso di intelligenza!

Leave a Comment