EvvivaL’Italia!

sono la cultura e la conoscienza, che fanno la coscenza!

questa crisi, morale e culturale, e’ la conseguenza di 30 anni in cui abbiamo investito nella direzione di un italiano che ha confuso il Diritto col Favore;
di un Ventennio fatto di Menzogne e Cattivo Esempio.

dobbiamo convincere i piu’ giovani che Balotelli non e’ un idolo e non va imitato, e che il programma televisivo da seguire in massa e’ Sostiene Bollani;

bisogna imparare a stare insieme e fare Gruppo;

abbiamo il dovere di credere nella Scuola e nei suoi protagonisti;

dobbiamo prenderci dei rischi e fare impresa, pensare in grande, sognare ed osare di piu’ senza temere il giudizio degli Altri.

ma in primis dobbiamo tagliare il cordone con una classe politica infame e corrotta.

dal sommelier al dirigente di banca, dal commercialista all’impiegato statale.
serve il contributo di TUTTI.

restituiamo dignita’ ad un Paese straordinario!

continuiamo a leggere e ascoltare un “tutti CONTRO tutti”, quando invece c’e’ bisogno di qualcuno che politicamente rimetta insieme i pezzi di un Paese in ginocchio, e capisca che la dialettica di chi attacca e’ un fallimento, ed e’ necessario governare finalmente insieme:
come si governa una Casa,
la Campagna,
un Ristorante,
un’Impresa.

un Paese abituato a dividersi tra maggioranza CONTRO opposizione non fara’ mai gli interessi della collettivita’.

la situazione in cui e’ precipitata l’italia ne e’ la drammatica dimostrazione.

l’agroalimentare italiano e la Tavola del nostro Paese funzionano, tra mille difficolta’ ma funzionano!

l’export tiene in piedi il sistema ma i consumi interni devono ripartire.

ci vuole una classe dirigente illuminata che congeli imposte e tasse, e al contrario si inventi delle risorse da ridistribuire tra cittadini che devono recuperare serenita’ e risorse.

aver aumentato l’IVA e’ la triste dimostrazione che chi governa non ha capito che l’unica maniera per ripartire e’ abbattere le imposte e incentivare i consumi:
non il contrario!

e’ inaccetabile che una bottiglia che un ristoratore paga 10 euro, sia appesantita in partenza da un 22% di imposta;
non ci sono margini, se uno pensa ai costi d’impresa e alla pressione fiscale che gravano sui ricavi prodotti da quella bottiglia di vino!
la verita’ e’ che in italia non si guadagna piu’!

e’ una situazione insostenibile.

bisogna dire basta e fermarsi;

mettersi intorno ad un tavolo, guardarsi in faccia, perche’ serve PROGRAMMAZIONE!

c’e’ bisogno di leaders che dedichino tempo e idee al nostro paese.

prendere i conti uno alla volta e rimetterli in ordine.

ci vorra’ tempo.

tanto tempo.

ci hanno sempre detto il contrario:
non e’ vero, ci vorra’ tanto tempo e ce la faremo.

italiani, e italiani di origine nord-africana, romena, senegalese, albanese, ucraina, sud-americana, filippina.

l’italia e’ cambiata: dobbiamo accettarlo!

accettare il fallimento che e’ un insuccesso solo nostro, e ripartire!

la mia non e’ follia: e’ la verita’!

fa malissimo ammetterlo, ma e’ cosi!

evviva l’italia!