Archive for maggio, 2014

George

il solito George.

unico George.

“Non e’ mai stato così facile fingere di sapere tante cose senza in realtà sapere nulla.
Parlare di un libro senza averlo mai cominciato, senza aver sfiorato nemmeno una recensione, ma con una solida opinione data da un paio di tweet brillanti.
Nel mondo succedono cose, escono libri, si va a votare, si vincono Oscar, si va alla guerra, e noi possiamo fingere di sapere tutto, di aver visto tutto, solo facendo scorrere il dito sullo schermo, dando una occhiata a una foto su Istagram, leggendo le prime sette parole di un articolo postato su Facebook. Read more…

OnlyTheBrave

mi guardo in faccia e mi ricordo continuamente che spetta a me dare peso, direzione e ritmo al percorso che faro’ Domani.

tranne le poche volte in cui il destino , talvolta beffardo, decide piu’ o meno accidentamente, sono io il responsabile unico della mia vita.
e delle persone che mi stanno di fianco.

la cultura del lamento e’ quel macigno che con grande forza mi sono scrollato di dosso 18 anni fa.

me ne rendo conto solo ora.

i tempi sono prematuri per un bilancio, perche’ correrei il rischio di mettermi a sedere, e francamente non ne ho alcuna voglia.

e’ tardi, ma talvolta la voglia di fermarsi a guardare per un istante la propria vita e’ tale che il brivido e l’emozione che si prova nel sentirsi davvero stanchi e felici, ti fa sentire bene con te stesso .

e’ questo il vero punto di equilibrio a cui guardare?

forse.

chissa’.

trova cio’ che ami e lascia che ti uccida.

buona notte.

ParolaDiNIEGEL

misura e sobrieta’:
questo il profilo del piu’ pericoloso e svitato anti-europeista in circolazione.

difatti:
“Le donne valgono meno, è giusto guadagnino meno, vanno in maternità”.

parola di Nigel Farage, leader del partito anti-europeista britannico Ukip

“Tra omosessualità e pedofilia ci sono tali legami che non basta un’enciclopedia”

e ancora:
“Dacché è stato riconosciuto il matrimonio gay, la Gran Bretagna è stata colpita dalle alluvioni”.

Infine Douglas Kenny:
“Gli omosessuali sono sodomiti e comunisti, la piantino di dirsi normali”.

.

UnMeseConNoi

di buon ora e di prima mattina:
un mese, 30 giorni con Noi, in Sala, in Francescana.

perche’ non rifare l’esperimento gia’ provato una volta?

offriamo la possibilita’ ad uno di voi, non importa se del settore o meno, di stare un mese con noi in Sala in Francescana.

sceglieremo la persona piu’ motivata e piu’ convincente che ci scrivere in questo post e in privato all’indirizzo
gpfrancescana@me.com

un mese, 4 settimane:
dai primi di giugno al 30 giugno.

OnlyTheBrave!

29/05/2012

indimenticabileScossa!

20140529-155029-57029478.jpg

20140529-155029-57029442.jpg

20140529-155029-57029401.jpg

20140529-155029-57029511.jpg

20140529-155029-57029570.jpg

20140529-155029-57029906.jpg

20140529-155029-57029954.jpg

20140529-155029-57029810.jpg
nel momento peggiore dal profondo e’ emersa l’Emilia migliore che ha chinato la testa, ha tirato fuori dei soldi di tasca propria e ha alzato al cielo delle gru, e ha cominciato a lavorare.

lo stato praticamente assente, ma l’ombra della burocrazia presente per complicare la rinascita.

se questa Terra e’ un esempio da sempre, un motivo ci sara’:
e risiede nella mentalita’ e nell ‘indole dell’Emiliano.

grazie al duro lavoro e alla voglia di fare sempre bene e sempre meglio, oggi la Bassa vanta una difficile e complessa ripresa.

merito di gente speciale, che vive in maniera normale.

vale sempre la regola numero uno:
ben fatto e’ meglio di ben detto.

impossibile dimenticare.

Compasso d’oro 2014

Davide Groppi sta ai sogni come la luce sta alla felicita’.

ieri un passo avanti per il design e la luce, un balzo verso il futuro per l’italia che lavora, colta e raffinata, misurata e sobria, innamorata e di gusto:
la Davide Groppi vince il prestigioso premio Compasso d’oro con le due lampade capolavoro Sampei e Nulla.20140529-114047-42047894.jpg

20140529-114047-42047824.jpg

ho il privilegio di vivere tutti i giorni la storia meravigliosa di Davide Groppi, che ha pensato e illuminato gli spazi di PANINO e GLOCAL.
un partner e un gruppo di Amici con cui affrontare un Viaggio difficile, fatto di duro lavoro.
vale sempre e solo la regola numero uno ragazzi:
basso profilo e altissime prestazioni.

luce!

DavideGroppi

20140529-114425-42265762.jpg
DanieleSprega

20140529-114518-42318557.jpg
capolavori di luce e design contemporanei

20140529-114559-42359153.jpg

20140529-114559-42359197.jpg

20140529-114559-42359088.jpg

LetteraAUnFuturoCUOCO

ho una stima strabordante per Danilo.

sintonia, tutte le volte mi sembra di leggere e assaggiare una persona che conosco da sempre.

colto, raffinato e forte di una sensibilita’ unica.

folgorante e illuminante.

di piu’: illuminato.

col suo permesso, condivido il pezzo straordinario, pubblicato sul suo blog
“il ventre dell’architetto”.

una lettura da divorare tutta d’un fiato;
un’analisi meravigliosamente agghiacciante.

di Danilo Giaffreda

“E’ a te che penso quando assisto al circo Barnum del food che schiamazza e deborda dai maxischermi delle TV, dai monitor dei pc, dai palcoscenici degli show-cooking. Eserciti di presentatori, food-expert, food-journalist, food-blogger che giudicano, pontificano, benedicono o condannano a convenienza, cianciano, cincischiano nei piatti che i tuoi colleghi amorevolmente preparano quando partecipano a show-cooking, eventi, sagre, contest, reality, convegni, simposi, degustazioni, cene a quattro sei otto dieci mani in cui, come in un’orgia, non si capisce chi, cosa, ma soprattutto perché.
Sei stordito, confuso, illuso.
Read more…

Habemus PANINI Novi

cambio di guardia sul fronte dei PANINI.

da SABATO a pranzo vi aspettiamo con le nuove proposte.

ecco intanto la lista delle novita’ che affiancano i Panini Classici.

in piu’, il nuovo piatto che siamo sicuri spopolera’:
pane caldo, burrata e acciughe.

Habemus Panini Novi.20140528-173240-63160764.jpg

Read more…

bigotti!

io sto con GianluZafferano

ZioPork!

forzaPANINO

George

parola di George

All’amico Silvio

“Tutti quanti abbiamo avuto uno zio che ci ha incantato con i suoi racconti. E’ uno che ha letto libri a noi sconosciuti, che ha visto luoghi mirabolanti, che ha incontrato le persone giuste nei momenti giusti, e si e’ sposato tre o quattro volte, sempre con donne bellissime e matte. Sa anche suonare un po’ il pianoforte, o la chitarra, o il clarinetto. Sa fare tante cose, e magari non e’ diventato il primo in niente perché in fondo non gli interessava, eccellere e’ volgare, meglio scivolare sulla vita come splendidi dilettanti, chinandosi sui fiori senza strapparne nessuno. Ma un’arte la possiede, ed e’ quella del racconto. Sembra che abbia vissuto tanti momenti speciali soprattutto per il piacere di tradurli in narrazioni, perché lui con le parole ci sa fare, e’ come un prestigiatore con le carte, sa tirare fuori l’asso dalla manica, riesce a stupire in mille modi imprevedibili. A modo suo, raccontando e scherzando, ci spiega che il mondo e’ una grande illusione, un labirinto di specchi nel quale e’ facile smarrirsi. Ha imparato la modestia, ha capito presto che in questo infinito imbroglio e’ importante saper sorridere, e sorridendo riconoscere il dettaglio in cui il gioco dell’ universo si rivela d’ improvviso. Noi lo ascoltiamo e ci sentiamo più leggeri. Le nostre preoccupazioni si fanno più vaghe, sono grumi di sale che si sciolgono e si perdono in un’acqua più vasta. E poi accade che lo zio grande e saggio comincia ad invecchiare. Non e’ cosa di un giorno, avviene poco alla volta, impercettibilmente , inevitabilmente. Ci accorgiamo con una certa tristezza che i racconti si ripetono, che i giochi di parole gli escono più faticosi: vediamo l’asso nella manica della vestaglia lisa prima ancora che lui lo estragga, indoviniamo la fine di una storiella prima che si concluda, oppure mentre lui parla ci distraggono le sue rughe, le sue mani tremanti, la sua debolezza . L’ amico giovane che abbiamo portato con noi per fargli conoscere lo zietto, scuote la testa: credo che a un certo punto della vita bisogna fare un passo indietro, parlare poco, l’essenziale; a volte invece i vecchi diventano più vanitosi dei giovani, e non e’ bello. Caro “zio”, caro vecchio Silvio, non costringerci a litigare per difendere una memoria. Ti abbiamo visto anche ai telegiornali, a promuovere questa tua ultima “operina”, e ci sei parso spaesato, incero, distratto. Ci sei parso stanco, ecco tutto. Forse non e’ più il caso di macinare una cosa dietro l’altra, se la fantasia e l’energia non ti sorreggono più come un tempo. Forse puoi sederti a osservare questo mondo sempre più pazzo, attendere con calma l’idea giusta da raccontare ai tuoi fedeli nipoti. E se non ti viene più niente, non importa, ti vorremo bene lo stesso per l’eredita’ che ci hai lasciato, generoso zio d’Italia. ”
George

coraggio!

“se perdo le europee mi dimetto”:
quindi?

🙂

dica40

HappyExitPoll

per fortuna l’italia si dimostra un Paese fatto di persone che con buonsenso hanno votato una scelta ragionevole e piu’ che premiare una maggioranza, probabilmente ha preferito evitare una catastrofe.

continueremo a lavorare sodo e crediamo nell’italia e negli italiani!

evviva l’italia!

George

parola di George

“Passiamo le giornate a smistare, a dirimere, a sbrogliare.

Ogni scaffale della nostra esistenza e’ pieno zeppo, e altra roba arriva di continuo.

Non passa giorno che qualcuno non ci dica:
non sai che ti stai perdendo, che libro, che ristorante, che viaggio, che saldi, che musica – e noi, orecchie basse, obbedienti, ci rimettiamo a pari, accumuliamo altra roba nel misero metro quadrato della nostra attenzione, e la pila si alza ancora un altro po’, si inclina, vacilla, ci seppellisce. Read more…

Load More